Username
Password

Calcio

L'Italia nel pallone: notizie e discussioni sullo sport più seguito dagli italiani
Rispondi Invia Nuova Discussione 
Wednesday, 23 August 2006, 08:33
Breakbll
 ♂☼♫ Michele ♫☼♂
 Assimilato
 
L'avatar di  Breakbll
 
 Località: Solza
 Età: 48
 Messaggi: 5,257

Re: La juve ricorre al TAR


6 – Sanzioni disciplinari CAF e aspetti comunitari.

Un ultimo profilo della vicenda merita di essere, seppure brevemente, sollevato e riguarda la verifica della conformità delle norme dell’ordinamento sportivo al diritto comunitario, posto che, ove le prime fossero ritenute contrarie ai principi comunitari, dovrebbero essere disapplicate dal Giudice cui tutela fosse chiesta; con ogni conseguente effetto sulla validità ed efficacia delle decisioni disciplinari assunte dagli Organi di Giustizia Federale.

Seppure la questione possa apparire, prima facie, inconferente rispetto a ciò che è oggetto di esame e approfondimento in queste riflessioni (tutela giurisdizionale sportiva ovvero ordinaria e profili processuali) in realtà essa è assai rilevante ove si consideri la stridente contrarietà della disciplina statutaria e regolamentare in materia di giustizia sportiva della FIGC anche riguardo alle sanzioni previste e applicate a società operanti nel mercato, rispetto alle norme comunitarie. Tutto ciò riverbera i propri effetti sulla decisione federale, determinandone la nullità e/o inefficacia.

Sul punto, è illuminante la sentenza del Tribunale di Primo Grado della Comunità Europea (Quarta Sezione) del 30 settembre 2004 (in causa T 313/02 Meca - Majcen).

La vicenda sottoposta all’esame del Giudice Comunitario riguardava la denunciata illegalità di certe norme antidoping del CIO (Comitato Internazionale Olimpico) per aver violato le norme del diritto comunitario in materia di concorrenza.

Sul punto, nella parte motiva della sentenza, al capitolo 42, si legge che “la circostanza che un regolamento puramente sportivo sia estraneo all’attività economica, con la conseguenza che, secondo la Corte, esso non ricade nell’ambito di applicazione degli artt. 39 CE e 49 CE, significa, parimenti, che esso è estraneo ai rapporti economici che interessano la concorrenza, con la conseguenza che esso non ricade nemmeno nell’ambito di applicazione degli artt. 81 CE ed 82 CE. Per contro, una normativa che, sebbene adottata nell’ambito dello sport, non sia puramente sportiva, ma riguardi l’aspetto economico che l’attività sportiva può rivestire, ricade nel campo di applicazione delle disposizioni tanto degli artt. 39 CE e 49 CE che degli artt. 81 CE ed 82 CE e può, eventualmente, recare pregiudizio alle libertà garantite da tali disposizioni (v., a questo proposito, le conclusioni dell’avvocato generale Lenz, presentate nella causa Bosman, Racc. pag. I-4930, paragrafi 253-286, e specialmente paragrafi 262, 277 e 278; dell’avvocato generale Cosmas nella causa Deliège, Racc. pag. I-2553, paragrafi 103-112, nonché dell’avvocato generale Alber nella causa Lehtonen, Racc. pag. I-2685, paragrafi 110 e 115) ed essere oggetto della procedura di applicazione degli artt. 81 CE ed 82 CE”.

Ove, quindi, la disciplina normativa dell’ordinamento sportivo sia inerente all’organizzazione ed al corretto svolgimento della competizione sportiva limitando in esso ordinamento i suoi effetti, essa non può essere considerata costitutiva di una restrizione delle norme comunitarie sulla libera circolazione dei lavoratori e sulla libera prestazione dei servizi, rimanendo ad essa pertanto indifferente. Ove però detti limiti fossero superati, incidendo negativamente la normazione sportiva prevedendo effetti che incidono sulla libertà di concorrenza e tutela delle imprese nel mercato, in simili evenienze detta disciplina recede a vantaggio del diritto comunitario.

Così, il principio affermato dal Tribunale Comunitario nella sentenza Meca - Majcen impone una riflessione sulle norme che oggi regolano il funzionamento della giustizia sportiva e in applicazione delle quali si è giunti ai ben noti pronunciamenti sul caso calciopoli, posto che è da dette norme che discendono i poteri sanzionati della Giustizia Sportiva i quali, come nella specie è avvenuto, possono avere ricadute nel campo di applicazione del diritto comunitario alla concorrenza e che devono, quindi, nel rispetto dei principi sovranazionali, imperativamente essere proporzionati agli obiettivi sportivi che si prefiggono (lotta agli illeciti sportivi) e non costituire un sistema di punizione esemplare, espressione di una volontà popolare di linciaggio di taluni soggetti del sistema, come timidamente affermato e sostenuto da taluni.

Non solo allora i limiti della già detta (in)sufficienza delle prove acquisite agli atti in ordine alla dimostrazione dei fatti contestati e della (in)sufficienza e approfondimento delle indagini svolte dalla procura Federale ma ancor più le stesse sanzioni applicabili debbono punire gli individui che si fossero macchiati di illeciti sportivi ove dimostrati, ma non già, come è avvenuto, espellere dal mercato una società costringendola a non potere beneficiare degli utili di impresa cui ha diritto.

L’ordinamento Comunitario, invero, impone che quella sanzione possa essere data solo dal mercato e non già da un soggetto che, peraltro, e qui il paradosso diventa preoccupante, è lì posto a decidere per nomina non dello Stato ma dello stesso Organismo di confederati (e quindi delle società concorrenti).

La sentenza comunitaria citata, poi, supera pure l’eventuale obiezione della validità contrattuale dell’ordinamento sportivo in quanto in nessun caso può darsi, in applicazione di esso, il fondamento legittimo, a discapito del diritto comunitario, della estromissione dal libero mercato di una società di capitali.

Conclusioni

L’epilogo delle vicende di calciopoli solleva un forte dubbio sulla liceità e moderazione nell’esercizio dei poteri di giustizia disciplinare sportiva da parte degli Organi Federali, forse sotto la spinta di un sentimento nazional popolare che ha in qualche modo voluto (preteso) provvedimenti esemplari nei confronti di talune potenze sportive.
Ora, però, queste autorità rischiano di vedersi invalidare la loro decisione dai Tribunali Ordinari, con il possibile e prevedibile risultato che la Federazione potrebbe dover rifondere ai club i danni economici e sportivi loro procurati.
------------------------------------------------------------------------------------------------------
[1] L’articolo 24, primo comma, della Costituzione stabilisce che “tutti possono agire in giudizio per la tutela dei propri diritti o interessi legittimi”.

[2] L’articolo 103, primo comma della Costituzione statuisce che “il Consiglio di Stato e gli altri organi di giustizia amministrativa hanno giurisdizione per la tutela nei confronti della pubblica amministrazione degli interessi legittimi e, in particolari materie indicate dalla legge, anche dei diritti soggettivi”.

[3] L’articolo 113, primo e secondo comma, della Costituzione prevede che “contro gli atti della pubblica amministrazione è sempre ammessa la tutela giurisdizionale dei diritti e degli interessi legittimi dinanzi agli organi di giurisdizione ordinaria o amministrativa.
Tale tutela giurisdizionale non può essere esclusa o limitata a particolari mezzi di impugnazione o per determinate categorie di atti”.

[4]A proposito, si veda la sentenza 26 ottobre 1989, n. 4399 delle Sezioni Unite della Corte di Cassazione, secondo cui "le decisioni prese dagli organi di giustizia sportiva di una Federazione appartenente al CONI, in sede di verifica della regolarità di una competizione sportiva ed in applicazione delle norme tecniche che determinano il risultato della competizione stessa, non portano a lesione alcuna tanto di diritti soggettivi quanto di interessi legittimi: deve pertanto affermarsi il difetto assoluto di giurisdizione rispetto alla domanda tendente ad ottenere un sindacato su tali decisioni".

[5] L’articolo 3, primo comma, del decreto legge n. 220/2003, cosiccome convertito in legge n. 280/2003 stabilisce che “esauriti i gradi della giustizia sportiva e ferma restando la giurisdizione del giudice ordinario sui rapporti patrimoniali tra società, associazioni e atleti, ogni altra controversia avente ad oggetto atti del Comitato olimpico nazionale italiano o delle Federazioni sportive non riservata agli organi di giustizia dell'ordinamento sportivo ai sensi dell'articolo 2, è devoluta alla giurisdizione esclusiva del giudice amministrativo. In ogni caso, è fatto salvo quanto eventualmente stabilito dalle clausole compromissorie previste dagli statuti e dai regolamenti del Comitato olimpico nazionale italiano e delle Federazioni sportive di cui all'articolo 2, comma 2, nonché quelle inserite nei contratti di cui all'articolo 4 della legge 23 marzo 1981, n. 91”.

[6] Corte Costituzionale sentenza 6 luglio 2004, n. 204.

[7] La rubrica dell’articolo 3 recita, infatti, “norme sulla giurisdizione e disciplina transitoria”.

[8] Sul punto, la Corte Costituzionale ha osservato che “nel determinare quali siano le particolari materie che, ai sensi dell'art. 103 cost., possono essere devolute alla giurisdizione esclusiva del giudice amministrativo, il legislatore non gode di discrezionalità illimitata, ma è tenuto a rispettare il principio secondo cui le materie di giurisdizione esclusiva debbono essere sempre individuate in base: a) al fatto che in esse la p.a. agisca attraverso l'esercizio di poteri autoritativi; b) al fatto che esse coinvolgano comunque (anche) interessi legittimi” (Corte Costituzionale, 6 luglio 2004, n. 204).

[9] In proposito, è appena il caso di osservare come la giurisprudenza, proprio intervenendo sull’interpretazione dei contenuti del citato articolo 27 dello Statuto Federale, ha osservato che “l'art. 27 dello statuto della Federazione italiana giuoco calcio, il quale prevede una procedura di conciliazione per qualsiasi tipo di contrasto dovesse insorgere fra le società affiliate, o tra queste ultime e la Federazione, non ha ad oggetto una delle residue attività di natura pubblicistica della Figc, ma si limita a disciplinare rapporti di diritto privato tra l'associazione e gli associati; ne consegue che spetta al giudice ordinario accertare, anche in via d'urgenza, la sussistenza o meno del diritto per le società associate di adire gli organi federali di conciliazione ed arbitrato” (Tribunale di Roma 10 luglio 2003).

[10] In dette ipotesi rientrano quelle di nullità del lodo (cfr. art. 1429 c.c.) per avere ritenuto (peraltro mediante sistemi contrari a quelli costituzionalmente garantiti della parità delle armi di cui all’art. 111 Cost. che prevede che “La giurisdizione si attua mediante il giusto processo regolato dalla legge. Ogni processo si svolge nel contraddittorio tra le parti, in condizioni di parità, davanti a giudice terzo e imparziale) come esistenti fatti ricavati da stralci di intercettazioni telefoniche che non offrono altra certezza della conversazione tenuta tra gli intercettati. Invero, dette intercettazioni sono state ritenute sufficiente a fondare la prova di presunte responsabilità, sull’assunto che costituisse fatto noto la condotta del sistema calcio in proposito. Ma che le deduzioni, frutto della sensazionale e mediatica costruzione della Procura Federale e dei mass media secondo cui i dirigenti incolpati abbiano effettivamente alterato il risultato sportivo, non è da alcuna parte provato ed è assunto come fatto associativo ontologico. Eppure non sfuggirà ai fini della estensione della responsabilità del singolo dirigente alla società (responsabilità oggettiva) proprio quel fatto richiede d’essere provato con assoluta chiarezza e secondo la forma dell’ordinamento giuridico. Diversamente, non si ha la prova che la società si sia di fatto avvantaggiata e, quindi, difetta del tutto qualsiasi giustificazione della sua stessa punibilità.



FRANCESCO NOSCHESE
Avvocato, specialista in diritto amministrativo e scienza dell’amministrazione, del Foro di Brescia

LexItalia.it
__________________
Bon, ho finito di tifare per quei burini daa Riomma...

Le opinioni da me espresse in questo forum, nel bene e nel male, non riflettono in nessun modo il mio pensiero, sono stato condizionato col Penthotal. Non sono e non sono mai stato mentalmente lucido.

    Rispondi Citando Rispondi
Wednesday, 23 August 2006, 08:35
Andrea72
 Driver
 VG Vip
 
L'avatar di  Andrea72
 
 Località: SF Hospital
 Età: 49
 Messaggi: 3,930

Quote:
Originariamente inviato da Breakbll
Sarò breve....

...omiss......grande omiss....

__________________
Andrea72
    Rispondi Citando Rispondi
Wednesday, 23 August 2006, 08:39
Mr. 'T'
 Robin Hood
 Utente Appassionato
 
 Località: Nel mio mondo
 Età: 50
 Messaggi: 1,486

Non ho voluto interrompere il tuo intervento.

Dunque:

la juve si quota in borsa;
L'investitore opta per acquistare le azioni;

Forse non è chiara una cosa, quando si comprano delle azioni, queste possono salire o scendere in base al suo comportamento, in base agli investimenti ecc ecc.

La juve per molti anni ha investito, come lo sappiamo, in tutti questi anni gli investitori hanno guadagnato dal comportamento della juve, adesso se perdono non è colpa ne mia ne di nessun altro.
Hanno investito per come gli conveniva, adesso si prendono quello che gli spetta PUNTO

Per la cronaca Bb, mi sono letto il primo poi ci ho rinunciato, la juve non merita il mio tempo.
    Rispondi Citando Rispondi
Wednesday, 23 August 2006, 08:53
Breakbll
 ♂☼♫ Michele ♫☼♂
 Assimilato
 
L'avatar di  Breakbll
 
 Località: Solza
 Età: 48
 Messaggi: 5,257

Quote:
Originariamente inviato da Mr. 'T'
Per la cronaca Bb, mi sono letto il primo poi ci ho rinunciato, la juve non merita il mio tempo.

Beh, ma continui ad intervenire ai 3ad sulla Juventus...
Decidi, o non merita il tuo tempo, o se lo merita, però, ti subisci anche i mallopponi...
__________________
Bon, ho finito di tifare per quei burini daa Riomma...

Le opinioni da me espresse in questo forum, nel bene e nel male, non riflettono in nessun modo il mio pensiero, sono stato condizionato col Penthotal. Non sono e non sono mai stato mentalmente lucido.

    Rispondi Citando Rispondi
Wednesday, 23 August 2006, 09:21
taunus
 Antani...
 Merovingio
 
L'avatar di  taunus
 
 Età: 57
 Messaggi: 12,322

Quote:
2005/06 Juventus-->GAME OVER
2004/05 Juventus
2003/04 Milan
2002/03 Juventus
2001/02 Juventus
2000/01 Roma
1999/00 Lazio
1998/99 Milan

1997/98 Juventus
1996/97 Juventus
1995/96 Milan
1994/95 Juventus -->Moggi ON

Preferisco cosi' caro Poker.

In alternativa preferisco che la somma delle penalizzazioni di Roma-Lazio-Milan sia uguale alla penalizzazione della Juve visto che in era di bari hanno vinto quanto la juve.

Invece non e' affatto cosi'.... Anzi....
    Rispondi Citando Rispondi
Wednesday, 23 August 2006, 09:59
lurker1
 Andrea
 Merovingio
 
L'avatar di  lurker1
 
 Località: Medio - Lazio
 Età: 50
 Messaggi: 10,245

Tau, ma che te sei messo a dialogare con le signature adesso?
    Rispondi Citando Rispondi
Wednesday, 23 August 2006, 10:11
Mr. 'T'
 Robin Hood
 Utente Appassionato
 
 Località: Nel mio mondo
 Età: 50
 Messaggi: 1,486

Quote:
Originariamente inviato da Breakbll
Beh, ma continui ad intervenire ai 3ad sulla Juventus...
Decidi, o non merita il tuo tempo, o se lo merita, però, ti subisci anche i mallopponi...
Infatti ho soprasseduto al malloppone, viceversa invece insisto nel controbattere agli juventini che ancora vorrebbero far rmanere impunita la propria squadra.
    Rispondi Citando Rispondi
Wednesday, 23 August 2006, 10:15
Mr. 'T'
 Robin Hood
 Utente Appassionato
 
 Località: Nel mio mondo
 Età: 50
 Messaggi: 1,486

Quote:
Originariamente inviato da taunus
Questo e' il tuo personalissimo parere. Assolutamente non il mio ne' quello del cda Juve.

Ho gia' detto che se ad un tavolo di bari uno vince non puo' averlo fatto onestamente. E il Milan per esempio ha vinto un congruo numero di scudetti in era Moggi...
A quel tavolo di bari ognuno è stato punito in base a quanto ha barao.
La juve è stata punita perchè comandava quel tavolo.
    Rispondi Citando Rispondi
Wednesday, 23 August 2006, 10:53
Ssnake
 Carlo
 Utente Appassionato
 
L'avatar di  Ssnake
 
 Località: PaRmA
 Età: 53
 Messaggi: 1,767

Quote:
Originariamente inviato da Mr. 'T'
Quello che non capisco è il fatto che ancora non vi rendiate conto nemmeno dopo aver sentito le intercettazioni di quello che c'era sotto.
Continuate ad attaccarvi a cose che poi in realtà sapete soltanto voi juventini, non ho mai sentito di nessun giudice che affermava tale idiozie, un giudice non può condannare a mò di vigile urbano.
Ci sono stati diversi gradi di giudizio, dove i giudici erano sempre diversi, ne è uscita la conferma alla serie B della juve con penalizzazione.
già il fatto che vi hanno abbuonato 13 punti doveva fargli prendere un arttimino fiato, invece insistono con la unica motivazione (per me assurda) del danno economico.
Se io vado a fare una rapina e mi arrestano, la mia famiglia subisce un danno economico, io non posso più mantenerla, ma per caso mi lasciano fuori per questo?
Dai non scherziamo, la juve è quotata in orsa da anni, chi ha investito sulla juve, chiunque sia, e non solo i loro tifosi, hanno beneficiato del buon andamento (fraudolento a volte) della squadra.
Adesso per quei titoli il periodo sembrerebbe non favorevole, bene, gli investitori vendano e ricavino quanto più possibile, le regole della borsa le conoscono, oggi va bene domani no, ma per questo chi è stato colto non deve assolutamente passarla liscia.
Se poi parliamo all'origine delle intercettazioni, dobbiamo anche dire una cosa, inon si può mettere sullo stesso piano il ladro con chi ha fatto beccare il ladro, era inevitabile che qualcuno prima o poi si rompesse le scatole di vedere i dirigenti juventini che si accomodano le partite con gli arbitri che gli aggradano o meno.
Ricordiamo il fatto GRAVE dell'arbitro chiuso negli spogliatoi, indipendentemente dalla denuncia Moggi dovrebbe rispondere di sequestro di persona.
Mi fermo quì, inutile ripercorrere tutto quello che è accaduto nei mesi scorsi, fiato sprecato.

1) Le esternazioni dei giudici erano su' tutte le testate, e sono state enfatizzate da tutti!!

2) E' stato appurato che Moggi si e' vantato di una cosa che "non ha fatto"cioe' chiudere negli spogliatoi l'arbitro...oramai lo sanno anche i tombini!

Mi sa' che il fiato e' sprecato davvero!!
__________________
In Italia ti perdonano tutto...tranne il successo (Enzo Ferrari)
http://www.youtube.com/watch?v=OVmQFsL8ovE&eurl=
    Rispondi Citando Rispondi
Wednesday, 23 August 2006, 10:59
Mr. 'T'
 Robin Hood
 Utente Appassionato
 
 Località: Nel mio mondo
 Età: 50
 Messaggi: 1,486

Beato te che ancora credi a capuccetto rosso.
    Rispondi Citando Rispondi
Friday, 25 August 2006, 07:30
TrentaCarrini
 Marcello
 Utente Sostenitore
 
L'avatar di  TrentaCarrini
 
 Località: Tornola
 Età: 65
 Messaggi: 689

Il ricorso al TAR serve solo a prendere per il culo i tifosi , dopo che ci saranno ulteriori provvedimenti a suo carico la dirigenza Gobba puo tranquillamente fare quello che non ha avuto il coraggio di fare prima , cioè vendere ; Buffon , Camoranesi e Trezeguet .

meditate ....
    Rispondi Citando Rispondi
Friday, 25 August 2006, 08:41
Breakbll
 ♂☼♫ Michele ♫☼♂
 Assimilato
 
L'avatar di  Breakbll
 
 Località: Solza
 Età: 48
 Messaggi: 5,257

Con la differenza che il mercato chiude il 31 Agosto e il ricorso al Tar al 90% sarà fissato per il 6 Settembre.....
__________________
Bon, ho finito di tifare per quei burini daa Riomma...

Le opinioni da me espresse in questo forum, nel bene e nel male, non riflettono in nessun modo il mio pensiero, sono stato condizionato col Penthotal. Non sono e non sono mai stato mentalmente lucido.

    Rispondi Citando Rispondi
Friday, 25 August 2006, 12:44
TrentaCarrini
 Marcello
 Utente Sostenitore
 
L'avatar di  TrentaCarrini
 
 Località: Tornola
 Età: 65
 Messaggi: 689

- 1) Alla prima udienza di calciopoli l'avvocato della Giuve chiede , al massimo, la serie B con penalizzazione ritenendola una pena equa.

- 2) Dopo una richiesta di serie C, i giudici lo accontentano e danno alla Giuve la pena chiesta dall'avvocato.

- 3) Lo stesso si dichiara incredulo della penalizzazione (!!?!) e ricorre al TAR.

    Rispondi Citando Rispondi
Friday, 25 August 2006, 13:32
taunus
 Antani...
 Merovingio
 
L'avatar di  taunus
 
 Età: 57
 Messaggi: 12,322

Quote:
Originariamente inviato da TrentaCarrini
- 1) Alla prima udienza di calciopoli l'avvocato della Giuve chiede , al massimo, la serie B con penalizzazione ritenendola una pena equa.

Spiacente, questa e' l' interpretazione ERRATA fondamentalmente errata che ne hanno dato i giornali!

Zaccone ha detto: "visto che per le altre tre squadre e' stata chiesta la B noi riteniamo di essere nella stessa posizione delle altre e riteniamo equa la serie B come richiesto per le altre!"

MOLLLLLLLLLLLLLLLTTTTTTOOOOOOOOOOO diverso da quello che hai scritto tu!
Se avessero lasciato come giusto Milan Lazio e Fiore in B la juve avrebbe accettato la B, cosi' invece e' palesemente una sentenza scorretta nel DNA.
GLi arbitri li compera Meani serie A e CL, li compera Moggi, serie B - 17 e niente CL....
Francamente mi pare davvero troppo eh!

Leva la CL OK, leva gli scudetti, OK, fammi scappare tutti i giocatori OK, dammi 17 punti meno OK, ma lasciami in serie A.
    Rispondi Citando Rispondi
Friday, 25 August 2006, 21:05
Duilio
 Khn'nr
 Stuff
 
L'avatar di  Duilio
 
 Località: Tarnax IV
 Età: 57
 Messaggi: 27,900

Duie anni di radiazine e poi ripartire dalla terza categoria.
Nel frattempo, se hai dei giocatori, puoi intrattenerli con due tornei ARCI-UISP.

Poi ti svegli, sudato, e scopri che ti e' andata bene.
Hanno promosso procuratore federale Stefano Palazzi.

Poteva andarti peggio
confessalo al Frascione tuo
__________________

Uccidete pure me, ma l'idea che è in me non l'ucciderete mai

-
"Non consolarmi della morte", a Ulisse replicava il Pelìde.
"Io pria torrei servir bifolco per mercede, a cui scarso e vil cibo difendesse i giorni,
che del Mondo defunto aver l'impero."
-
tutto il klan deve rendere conto solo a Dio, mica agli elettori e alla giustizia [taunus 20:10]
    Rispondi Citando Rispondi
Rispondi Invia Nuova Discussione


Utenti attualmente attivi che stanno leggendo questa discussione: 1 (0 utenti e 1 visitatori)
 

Thread già visto da:
SkyDiver, BigC, microzott, Kocis, Andrea72, elba, taunus, SataNik, lazio74, JeanBabalan, Pocket, DDAAXX, arny2002, glaio, pennabianca, SkidArh+, Moskitos384, brun, 3mendo, Breakbll, Poker, ale105, pavel, indio, zompafosso, athlon, robbytedesco, lurker1, TrentaCarrini, SanK, Ampexv, revenge, paco, verbatim, Jarod, Duilio, Carson, S71ng, paopao, lupic, seepo, Ssnake, iApo, thedrake, Mr. 'T', Blackwolf
Strumenti Discussione Cerca in questa Discussione
Cerca in questa Discussione:

Ricerca Avanzata
Modalità Visualizzazione

top Regole di scrittura
Tu non puoi inserire messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB è Attivo
Smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Attivo

Se hai problemi, contattaci


Visite Totali Posts: 90.288.177
Tutti gli Orari sono GMT +1. Attualmente sono le 00:38.

iGroup Black
Powered by vBulletin Versione 3.5.6
Copyright ©2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: Enzo-Staff-VbulletinItalia.it
 
2000, 2012 © Visiva Group