Username
Password

Amplificatore EL34 Push-Pull

Studio, modifica e sviluppo di un Amplificatore Valvolare
Rispondi Invia Nuova Discussione 
Saturday, 20 May 2006, 10:33
SkidArh+
 Mauro
 Staff
 
L'avatar di  SkidArh+
 
 Località: Roma
 Età: 55
 Messaggi: 8,587

Controreazione si controreazione no


Visto che qua nessuno risponde lo dico io.


La reazione negativa o controreazione, e' un segnale preso sul TU dell'ampli che viene riportato in contro-fase sull'input.
Da quanto vedo leggendo nei documenti e nelle considerazioni su altri forum specializzati, deduco che ci sono due correnti di pensiero sull'argomento e cioe':

chi dice che con l'uso della controreazione si ottiene una riduzione del rumore di fondo e una riduzione della distorsione armonica introdotta dalla non linearita' dell'amplificazione.

chi invece sostiene che la controreazione distorce il suono.

Il fatto e' che non si sa chi ha ragione o torto. Credo che la cosa sia molto soggettiva e dipende sicuramente dal tipo di ampli.

Provero' ad inserire la controreazione come da schema la prossima settimana e vi faro' sapere le mie considerazioni.
__________________
Skid


"Nel montare un cavallo, noi prendiamo in prestito la libertá."
- H. Thomson -
    Rispondi Citando Rispondi
Saturday, 20 May 2006, 10:47
JeanBabalan
 Rico
 Staff
 
L'avatar di  JeanBabalan
 
 Località: NY Zoo
 Età: 50
 Messaggi: 7,070

occhio che magari hai più distorsione misurata ma il suono potrebbe essere migliore....
__________________
nihil humanum a me alienum puto
    Rispondi Citando Rispondi
Saturday, 20 May 2006, 11:20
lupic
 Assimilato
 
L'avatar di  lupic
 
 Località: moon
 Messaggi: 6,643

Quote:
Originariamente inviato da SkidArh+
Visto che nessuno risponde lo dico io.


La reazione negativa o controreazione, e' un segnale preso sul TU dell'ampli che viene riportato in contro-fase sull'input.

bene, a che scopo? questa è la domanda.
Se all'ingresso hai un segnale coerente, in linea con quanto ha previsto il pregettista la controreazione potrebbe anche non intervenire o intervenire in maniera limitata e non percepibile.
Se invece il segnale in ingresso eccede il livello ideale ecco che interviene la controreazione che spostando il punto di lavoro della valvola su cui si applica ne riduce di fatto l'amplificazione.
Inoltre la controreazione serve anche a "limitare" la risposta in frequenza dell'amplificatore.
Far "lavorare" le valvole per amplificare le armoniche che superano i 15 KHz serve solo a dar fastidio al cane domestico.
Conclusione (mia): si alla controreazione.
    Rispondi Citando Rispondi
Sunday, 21 May 2006, 18:27
troglos
 
 Messaggi: n/a

Per me è assolutamente da eliminare , ma per fare questo vanno fatte a monte molte scelte sulle circuitazioni e sulla componentistica e non ultimo sui circuiti di alimentazione .


Avevo il pre di una nota ditta americana che usava la controreazione ( anche se di entita modesta ) e con questo prodotto mi sembrava di toccare il cielo ,dopo qualche ( 2 ) anni ho deciso di rinnovare l' impianto .

Sono partito proprio dall pre visto che mi ero trovato molto bene ho scelto un modello corrente della stessa ditta ( che tra l' altro non fa uso di controreazione , ci hanno messo molti anni a perfezionare le circuitazioni per eliminare la controreazione ) devo dire che effettivamente si sente che manca la controreazione il suono effettivamente ci ha guadagnato molto .....


Ciao troglos
    Rispondi Citando Rispondi
Sunday, 21 May 2006, 18:34
Kocis
 Militante
 
L'avatar di  Kocis
 
 Messaggi: 2,647

Beh, tecnicamente ha ragione lupic. Secondo me dipende molto dal segnale di ingresso. Dunque, prima scegliere il tipo di ingresso e poi scegliere si o no alla controrerazione.
__________________
Juventus in serie C-2. E' un dovere.
Salus


...e Dio disse:
E=mc² .......e fu la luce....
    Rispondi Citando Rispondi
Sunday, 21 May 2006, 18:53
SkidArh+
 Mauro
 Staff
 
L'avatar di  SkidArh+
 
 Località: Roma
 Età: 55
 Messaggi: 8,587

Quote:
Originariamente inviato da lupic
bene, a che scopo? questa è la domanda.

E che ne so.... questa e' la risposta

Il punto e' questo.
Lo schema dell'ampli appena terminato nella cablatura mostra un circuito di controreazione.
Questo circuito e' per me gia' strano per l'uso del potenziometro da 47k ohm. Tutti gli altri schemi che ho visto e confrontato montano uno switch. Quindi solo un on e off.

Montando il circuito come da schema ottengo l'effetto caccia da combattimento F16 dentro casa . Ho un fischio da paura e devo assolutamente staccare la presa per non fare danni.
Senza questo circuito l'ampli funziona perfettamente e le prove di ascolto sono piu' che sufficienti (vorrei dire ottime ma non mi permetto ancora, aspetto l'invito a casa del buon Sergio )
Sull'oscillo si rileva (avvicinandosi alle casse si sente) un ronzio minimo che ovviamente sparisce alle prime note che escono.
Considerate che il tutto e' ancora montato su tavolozza quindi non schermato e sicuramente posso migliorare delle cablature

La mia domanda e':
perche' se monto il circuito, con o senza potenziometro, ho questo fischio?

Il circuito mi sembra corretto..... non so cosa pensare.
__________________
Skid


"Nel montare un cavallo, noi prendiamo in prestito la libertá."
- H. Thomson -
    Rispondi Citando Rispondi
Sunday, 21 May 2006, 18:54
troglos
 
 Messaggi: n/a

Quote:
Originariamente inviato da Kocis
Beh, tecnicamente ha ragione lupic. Secondo me dipende molto dal segnale di ingresso. Dunque, prima scegliere il tipo di ingresso e poi scegliere si o no alla controrerazione.



Ciao Kocis



Ascolto musica da quando avevo circa 10 anni ( adesso sulle spalle ne ho 45) sono un perito elettronico e lavoro in questo settore da circa 20 anni ..... di prove ne ho fatte molte ( anche con l'ausilio di strumentazione tecnica ) ma sono sempre piu convinto che la controreazione se possibile vada eliminata .

La teoria a volte ci da degli imput errati ( vedi il discorso cd e il vecchio e caro vinile ) oppure l' eterna discussione tra appassionati al riguardo della scelta transistor valvole ....


Se ci affidiamo alla teoria si dovrebbe scegliere ( senza sorta di incertezze ai transistors ma poi in pratica le circuitazioni a valvole ( con le loro misure con qualche zero in piu ) suonano meglio .


Ciao troglos
    Rispondi Citando Rispondi
Sunday, 21 May 2006, 19:12
Morpheus
 Utente Appassionato
 
L'avatar di  Morpheus
 
 Messaggi: 1,798

Skid, non è che hai preso la retrazione dalla polarità sbagliata dell'uscita?
    Rispondi Citando Rispondi
Sunday, 21 May 2006, 19:20
SkidArh+
 Mauro
 Staff
 
L'avatar di  SkidArh+
 
 Località: Roma
 Età: 55
 Messaggi: 8,587

Quote:
Originariamente inviato da Morpheus
Skid, non è che hai preso la retrazione dalla polarità sbagliata dell'uscita?

Spiegami meglio Morphe' scusa

Ho collegato il circuito al piedino positivo in uscita del TU . Il negativo e' a massa come da schema.
__________________
Skid


"Nel montare un cavallo, noi prendiamo in prestito la libertá."
- H. Thomson -
    Rispondi Citando Rispondi
Sunday, 21 May 2006, 19:25
troglos
 
 Messaggi: n/a

Quote:
Originariamente inviato da SkidArh+
E che ne so.... questa e' la risposta

Il punto e' questo.
Lo schema dell'ampli appena terminato nella cablatura mostra un circuito di controreazione.
Questo circuito e' per me gia' strano per l'uso del potenziometro da 47k ohm. Tutti gli altri schemi che ho visto e confrontato montano uno switch. Quindi solo un on e off.

Montando il circuito come da schema ottengo l'effetto caccia da combattimento F16 dentro casa . Ho un fischio da paura e devo assolutamente staccare la presa per non fare danni.
Senza questo circuito l'ampli funziona perfettamente e le prove di ascolto sono piu' che sufficienti (vorrei dire ottime ma non mi permetto ancora, aspetto l'invito a casa del buon Sergio )
Sull'oscillo si rileva (avvicinandosi alle casse si sente) un ronzio minimo che ovviamente sparisce alle prime note che escono.
Considerate che il tutto e' ancora montato su tavolozza quindi non schermato e sicuramente posso migliorare delle cablature

La mia domanda e':
perche' se monto il circuito, con o senza potenziometro, ho questo fischio?

Il circuito mi sembra corretto..... non so cosa pensare.


Sicuramente il potenziometro da 47 k regola la controreazione ingresso uscita per caso hai fatto delle prove regolando il sudetto potenziometro .

Tieni presente che aumentando o diminueno il valore del trimmer si aumenta anche il fattore di amplificazione dell ampli quindi se non si regola il segnale in ingresso ( con in potenziometro da 470 k ) si sischia di saturare il triodo ef 86 .

Vedevo anche che anche eliminando li potenziometro da 47 k rimame il resistore da 6,8 k che comunque effettua una controreazione .

Ancora un particolare il condensatore da 220 pico effettua anche una controreazione selettiva su alcune frequenze ( probadilmente contro reaziona al gamma alta )

Se hai la voglia di provare qualche piccola ( parlo di cambio componentistica ) modifica prova a mettere le 2 resistenze da 470 (quelle sulle el 34 ) a strato di cardone , di media suonano meglio ( sono meno induttive ) .


PS: Skid sei sicuro che il potenziometro da 47 k sia logarittimo e non lineare

Ciao e alla prossima troglos
    Rispondi Citando Rispondi
Sunday, 21 May 2006, 19:46
SkidArh+
 Mauro
 Staff
 
L'avatar di  SkidArh+
 
 Località: Roma
 Età: 55
 Messaggi: 8,587

Quote:
Sicuramente il potenziometro da 47 k regola la controreazione ingresso uscita per caso hai fatto delle prove regolando il sudetto potenziometro


Si nei limite del possibile si. Accensione con il potenziometro tutto giu' e accensione tutto su.
Non posso tenere collegato ... mi esplode tutto

Quote:
Tieni presente che aumentando o diminueno il valore del trimmer si aumenta anche il fattore di amplificazione dell ampli quindi se non si regola il segnale in ingresso ( con in potenziometro da 470 k ) si sischia di saturare il triodo ef 86 .

Ho provato sia col volume a 0 sia col volume al centrato e sia al massimo... non e' cambiato nulla

Quote:
Vedevo anche che anche eliminando li potenziometro da 47 k rimame il resistore da 6,8 k che comunque effettua una controreazione .


Si ho eliminato solo il potenziometro mettendo uno switch (come da altri schemi) ma nulla... sempre il solito caccia in casa.

Le prove posso farle al massimo per 1 sec... in fase di accensione. Non posso fare altrimenti o credo sarebbe inevitabile l'esplosione di qualche cosa (casse, valvole ecc. ecc.)

Quello che mi fa e' che senza funge .... ma se lo schema lo porta ...vorrei farlo. Anche solo per capire e vedere effettivamente la funzione della controreazione.
__________________
Skid


"Nel montare un cavallo, noi prendiamo in prestito la libertá."
- H. Thomson -
    Rispondi Citando Rispondi
Monday, 22 May 2006, 00:41
lupic
 Assimilato
 
L'avatar di  lupic
 
 Località: moon
 Messaggi: 6,643

Quote:
Originariamente inviato da Morpheus
Skid, non è che hai preso la retrazione dalla polarità sbagliata dell'uscita?
probabilmente la causa dei fischi è questa.
Partiamo dalle prove più semplici e andiamo per gradi.
1) Inverti i terminali di uscita. Quello che consideri positivo mettilo a massa e l'altro lo usi come positivo da dove parte anche la controrezione.
2) Metti un condensatore da 0.1 dal pin 6 della EF86 al punto di giunzione del pin 2 della ECC83 e la resistenza da 1 Mega che va sul pin 7 della stessa. Attualmente c'è una bella linea diretta che nunsèpò vedè.
3) varie ed eventuali. (va a finire che ti faccio rifare tutto l'impianto)

P.S.
Ho dovuto stampare lo schema che avevi postato perchè guardandolo a video vedevo qualcosa che non mi tornava ma non riuscivo a capire cosa.
Poi ho preso dei vecchi appunti di quando le valvole NON erano una moda, ho ripreso in mano qualche testo sacro.... insomma va a finire che ti demolisco quello schema.
Facci sapere .
    Rispondi Citando Rispondi
Monday, 22 May 2006, 01:30
Duilio
 Khn'nr
 Stuff
 
L'avatar di  Duilio
 
 Località: Tarnax IV
 Età: 58
 Messaggi: 27,901

my two cents


Come ogni effetto introdotto, la controreazione ci va se ha un motivo per andarci. Deve essere certo, voluto e necessario l' effetto che introduce.

Se poi invece di riportarti in ingresso un segnale a polarita' invertita te lo porti in fase piena.... si chiama reazione e non controreazione.

Come si fa l'emoticon del larsen?
__________________

Uccidete pure me, ma l'idea che è in me non l'ucciderete mai

-
"Non consolarmi della morte", a Ulisse replicava il Pelìde.
"Io pria torrei servir bifolco per mercede, a cui scarso e vil cibo difendesse i giorni,
che del Mondo defunto aver l'impero."
-
tutto il klan deve rendere conto solo a Dio, mica agli elettori e alla giustizia [taunus 20:10]
    Rispondi Citando Rispondi
Monday, 22 May 2006, 08:24
BigC
 Assimilato
 
L'avatar di  BigC
 
 Messaggi: 4,923

Quote:
Originariamente inviato da Duilio
.....Come si fa l'emoticon del larsen?

Fa......... male alle orecchie!
    Rispondi Citando Rispondi
Monday, 22 May 2006, 10:21
SkidArh+
 Mauro
 Staff
 
L'avatar di  SkidArh+
 
 Località: Roma
 Età: 55
 Messaggi: 8,587

Quote:
1) Inverti i terminali di uscita. Quello che consideri positivo mettilo a massa e l'altro lo usi come positivo da dove parte anche la controrezione.

Adesso si che funge .....
Mi mandi in PM il tuo indirizzo che ti mando una cassa di Kilkenny doppiomalto

Ero sicuro di aver fatto anche questa prova
Aspetta che clono il circuito sul canale dx prima che mi si fonde


Quote:
2) Metti un condensatore da 0.1 dal pin 6 della EF86 al punto di giunzione del pin 2 della ECC83 e la resistenza da 1 Mega che va sul pin 7 della stessa. Attualmente c'è una bella linea diretta che nunsèpò vedè
.

Dal pin 2 c'e' un ponte che va alla resistenza e al condensa collegato al pin 7. Praticamente mi stai dicendo di invertire quel collegamento tra pin 2 e pin 7, cioe' collegare condensa e resistenza al pin 2 e far partire dal 7 il ponte?
__________________
Skid


"Nel montare un cavallo, noi prendiamo in prestito la libertá."
- H. Thomson -
    Rispondi Citando Rispondi
Rispondi Invia Nuova Discussione


Utenti attualmente attivi che stanno leggendo questa discussione: 1 (0 utenti e 1 visitatori)
 

Thread già visto da:
SkyDiver, BigC, microzott, Kocis, mufasa, Andrea72, JeanBabalan, Pocket, SilBerg, ggigi99, DDAAXX, Duke Nukem, glaio, SkidArh+, giskard, Malcom, ElettroGigio, 3mendo, Breakbll, Carambola, pavel, Jaco, lurker1, Bati®, Ampexv, foul64, revenge, Morpheus, Duilio, S71ng, aspnet, lupic, seepo, Overhauser, Ssnake, BRAVO 2
Strumenti Discussione Cerca in questa Discussione
Cerca in questa Discussione:

Ricerca Avanzata
Modalità Visualizzazione

top Regole di scrittura
Tu non puoi inserire messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB è Attivo
Smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato

Se hai problemi, contattaci


Visite Totali Posts: 99.547.848
Tutti gli Orari sono GMT +1. Attualmente sono le 05:40.

iGroup Black
Powered by vBulletin Versione 3.5.6
Copyright ©2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: Enzo-Staff-VbulletinItalia.it
 
2000, 2012 © Visiva Group