Username
Password

Attualità

Notizie ed opinioni - Personaggi ed avvenimenti dall'Italia e dall'estero
Thursday, 24 May 2007, 08:20
npaveneto
 
 Messaggi: n/a

Traduzione - De Delictis Gravioribus


La trovi nel nostro forum www.nuovopartitodazione.forumup.it nella seziona Ahi! Serva Italia
    Rispondi Citando Rispondi
Thursday, 24 May 2007, 08:40
SataNik
 Raffaele Fazio
 Staff
 
L'avatar di  SataNik
 
 Località: Serrastretta (CZ)
 Messaggi: 10,627

Gabriele, metti una parte dei testi da te citati anche qua, e poi magari un riferimento all'altro forum. Altrimenti passa per propaganda elettorale ogni tuo thread. E siccome hai la fortuna di essere l'unico a fare cio', un utente potrebbe pensare che in qualche modo il Visiva e' legato al tuo partito.
Cosa che non e' assolutamente, perche' il forum e' libero da ogni legame politico, abbracciando tutte le fedi politiche e calcistiche

Grazie.
__________________
"Se il risultato conferma le ipotesi, allora hai appena fatto una misura, se il risultato è contrario alle ipotesi, allora hai fatto una scoperta."
    Rispondi Citando Rispondi
Commenti a questo messaggio
  JeanBabalan: Sono d'accordo
Thursday, 24 May 2007, 08:46
npaveneto
 
 Messaggi: n/a

Ecco il testo integrale tradotto dal latino dell’ordine impartito per iscritto da Ratzinger e Bertone:

«LETTERA inviata dalla Congregazione per la dottrina della fede ai vescovi di tutta la Chiesa cattolica e agli altri ordinari e prelati interessati, circa I DELITTI PIU’ GRAVI riservati alla medesima Congregazione per la dottrina della fede, 18 maggio 2001


Per l’applicazione della legge ecclesiastica, che all’art. 52 della Costituzione apostolica sulla curia romana dice: “[La Congregazione per la dottrina della fede] giudica i delitti contro la fede e i delitti più gravi commessi sia contro la morale sia nella celebrazione dei sacramenti, che vengano a essa segnalati e, all’occorrenza, procede a dichiarare o a infliggere le sanzioni canoniche a norma del diritto, sia comune che proprio”, era necessario prima di tutto definire il modo di procedere circa i delitti contro la fede: questo è stato fatto con le norme che vanno sotto il titolo di Regolamento per l’esame delle dottrine, ratificate e confermate dal sommo pontefice Giovanni Paolo II, con gli articoli 28-29 approvati insieme in forma specifica.

Quasi nel medesimo tempo la Congregazione per la dottrina della fede con una Commissione costituita a tale scopo si applicava a un diligente studio dei canoni sui delitti, sia del Codice di diritto canonico sia del Codice dei canoni delle Chiese orientali, per determinare “i delitti più gravi sia contro la morale sia nella celebrazione dei sacramenti”, per perfezionare anche le norme processuali speciali nel procedere “a dichiarare o a infliggere le sanzioni canoniche”, poiché l’istruzione Crimen sollicitationis finora in vigore, edita dalla Suprema sacra Congregazione del Sant’Offizio il 16 marzo 1962, doveva essere riveduta dopo la promulgazione dei nuovi codici canonici.

Dopo un attento esame dei pareri e svolte le opportune consultazioni, il lavoro della Commissione è finalmente giunto al termine; i padri della Congregazione per la dottrina della fede l’hanno esaminato più a fondo, sottoponendo al sommo pontefice le conclusioni circa la determinazione dei delitti più gravi e circa il modo di procedere nel dichiarare o nell’infliggere le sanzioni, ferma restando in ciò la competenza esclusiva della medesima Congregazione come Tribunale apostolico. Tutte queste cose sono state dal sommo pontefice approvate, confermate e promulgate con la lettera apostolica data in forma di motu proprio Sacramentorum sanctitatis tutela.

I delitti più gravi sia nella celebrazione dei sacramenti sia contro la morale, riservati alla Congregazione per la dottrina della fede, sono:


- I delitti contro la santità dell’augustissimo sacramento e sacrificio dell’eucaristia, cioè:

1° l’asportazione o la conservazione a scopo sacrilego, o la profanazione delle specie consacrate:

2° l’attentata azione liturgica del sacrificio eucaristico o la simulazione della medesima;

3° la concelebrazione vietata del sacrificio eucaristico assieme a ministri di comunità ecclesiali, che non hanno la successione apostolica ne riconoscono la dignità sacramentale dell’ordinazione sacerdotale;

4° la consacrazione a scopo sacrilego di una materia senza l’altra nella celebrazione eucaristica, o anche di entrambe fuori della celebrazione eucaristica;


- Delitti contro la santità del sacramento della penitenza, cioè:

1° l’assoluzione del complice nel peccato contro il sesto comandamento del Decalogo;

2° la sollecitazione, nell’atto o in occasione o con il pretesto della confessione, al peccato contro il sesto comandamento del Decalogo, se è finalizzata a peccare con il confessore stesso;

3° la violazione diretta del sigillo sacramentale;


- Il delitto contro la morale, cioè: il delitto contro il sesto comandamento del Decalogo commesso da un chierico con un minore al di sotto dei 18 anni di età.


Al Tribunale apostolico della Congregazione per la dottrina della fede sono riservati soltanto questi delitti, che sono sopra elencati con la propria definizione.

Ogni volta che l’ordinario o il prelato avesse notizia almeno verosimile di un delitto riservato, dopo avere svolte un’indagine preliminare, la segnali alla Congregazione per la dottrina della fede, la quale, a meno che per le particolari circostanze non avocasse a sé la causa, comanda all’ordinario o al prelato, dettando opportune norme, di procedere a ulteriori accertamenti attraverso il proprio tribunale. Contro la sentenza di primo grado, sia da parte del reo o del suo patrono sia da parte del promotore di giustizia, resta validamente e unicamente soltanto il diritto di appello al supremo Tribunale della medesima Congregazione.

Si deve notare che l’azione criminale circa i delitti riservati alla Congregazione per la dottrina della fede si estingue per prescrizione in dieci anni. La prescrizione decorre a norma del diritto universale e comune: ma in un delitto con un minore commesso da un chierico comincia a decorrere dal giorno in cui il minore ha compiuto il 18° anno di età.

Nei tribunali costituiti presso gli ordinari o i prelati possono ricoprire validamente per tali cause l’ufficio di giudice, di promotore di giustizia, di notaio e di patrono soltanto dei sacerdoti. Quando l’istanza nel tribunale in qualunque modo è conclusa, tutti gli atti della causa siano trasmessi d’ufficio quanto prima alla Congregazione per la dottrina della fede.

Tutti i tribunali della Chiesa latina e delle Chiese orientali cattoliche sono tenuti a osservare i canoni sui delitti e le pene come pure sul processo penale rispettivamente dell’uno e dell’altro Codice, assieme alle norme speciali che saranno date caso per caso dalla Congregazione per la dottrina della fede e da applicare in tutto.


Le cause di questo genere sono soggette al segreto pontificio.


Con la presente lettera, inviata per mandato del sommo pontefice a tutti i vescovi della Chiesa cattolica, ai superiori generali degli istituti religiosi clericali di diritto pontificio e delle società di vita apostolica clericali di diritto pontificio e agli altri ordinari e prelati interessati, si auspica che non solo siano evitati del tutto i delitti più gravi, ma soprattutto che, per la santità dei chierici e dei fedeli da procurarsi anche mediante necessarie sanzioni, da parte degli ordinari e dei prelati prelci sia una sollecita cura pastorale.

Roma, dalla sede della Congregazione per la dottrina della fede, 18 maggio 2001.


Joseph card. Ratzinger, prefetto.

Tarcisio Bertone, SDB, arc. em. di Vercelli, segretario»



Come avrete notato, lo scippo della pedofilia alla magistratura civile e penale di tutti gli Stati dove viene consumata è nascosto tra molte parole che parlano di tutt’altro. E il ruolo “giudiziario”, cioè di fatto omertoso, della Congregazione ex Sant’Ufficio è comunque confermato in pieno dalla vicenda fiorentina. A difendere i fedeli violati sono scesi in campo anche i locali preti ordinari e a causa delle loro insistenze il cardinale Antonelli il 17 gennaio ha scritto alle vittime di Cantini che al termine di un “processo penale amministrativo” tutto interno alla curia e sentita per l’appunto la Congregazione per la dottrina della fede, l’ex parroco “non potrà né confessare, né celebrare la messa in pubblico, né assumere incarichi ecclesiastici, e per un anno dovrà fare un’offerta caritativa e recitare ogni giorno il Salmo 51 o le litanie della Madonna”. Tutto qui! Di denuncia alla magistratura, neppure l’ombra, e del resto il “segreto pontificio” non lascia scampo. Per uno che per anni e anni se l’è fatta da padrone anche con il sesso di ragazzine di soli 10 anni - e di 17 le più “vecchie” – senza neppure scomodarsi con un viaggio nella Thailandia paradiso dei pedofili, si tratta di una pena piuttosto leggerina…. Da far felice qualunque pedofilo incallito! Quanto alle vittime, Antonelli ha anticipato l’ineffabile Ruini: visto che “il male una volta compiuto non può essere annullato”, il cardinale invita le pecorelle struprate a “rielaborare in una prospettiva di fede la triste vicenda in cui siete stati coinvolti”, e a invocare da Dio “la guarigione della memoria”.

Ma a guarire, anche dai troppi condizionamenti opportunistici della memoria, deve essere semmai il Vaticano. E infatti i fedeli fiorentini, che hanno letto la missiva del cardinale con “stupore e dolore”, hanno deciso di non fermarsi. Finora non hanno fatto nemmeno causa civile, ma d’ora in poi, dicono, “nulla è più escluso”. I preti schierati dalla loro parte chiedono al papa – nella lettera inviata tramite la Segreteria di Stato oggi retta proprio da Bertone! - “un processo penale giudiziario”, che convochi testimoni e protagonisti, e applichi “tutte le sanzioni previste dall’ordinamento ecclesiastico”. Chiedono inoltre che Cantini, colpevole di avere rovinato non poche vite, sia “privato dello stato clericale” anche “a tutela delle persone che continuano a seguirlo”.
    Rispondi Citando Rispondi
Commenti a questo messaggio
  JeanBabalan: Grazie, molto utile
Thursday, 24 May 2007, 09:21
lurker1
 Andrea
 Merovingio
 
L'avatar di  lurker1
 
 Località: Medio - Lazio
 Età: 43
 Messaggi: 10,221

Mi dispiace darti una delusione, Gabriele. Questa è la traduzione del testo del 2001 epistula graviora delicta firmato da Bertone e Ratzinger, chiamata anche DE DELICTIS GRAVIORIBUS.

http://www.vatican.va/roman_curia/co... icta_lt.html


Te lo dico perchè di questo documento ne stiamo parlando da tempo, ci è rimasto molto impresso

Ringrazia comunque da parte nostra per la traduzione

Cambio il titolo di conseguenza, non sia mai che ci paragonino alla BBC
    Rispondi Citando Rispondi
Thursday, 24 May 2007, 09:32
npaveneto
 
 Messaggi: n/a

Quote:
Originariamente inviato da lurker1
Mi dispiace darti una delusione, Gabriele. Questa è la traduzione del testo del 2001 epistula graviora delicta firmato da Bertone e Ratzinger, chiamata anche DE DELICTIS GRAVIORIBUS.

http://www.vatican.va/roman_curia/co... icta_lt.html


Te lo dico perchè di questo documento ne stiamo parlando da tempo, ci è rimasto molto impresso

Ringrazia comunque da parte nostra per la traduzione

Cambio il titolo di conseguenza, non sia mai che ci paragonino alla BBC


Grazie per la segnalazione Lurker... allora mi hanno passato un'altra cosa... MI scuso con i lettori ero in buona fede. cercherò di rimediare
    Rispondi Citando Rispondi
Commenti a questo messaggio
  lurker1: no problem
Thursday, 24 May 2007, 09:37
Duilio
 Khn'nr
 Stuff
 
L'avatar di  Duilio
 
 Località: Tarnax IV
 Età: 50
 Messaggi: 27,661

bastava leggere "Alibi bendetto....." pagina 4 c'e' un attach il de delictis.

E svariate pagine di processo canonico nostro sul fatto che il de delictis ha sostituito il crimen nel 2001.

Gabriele, non mi preoccupa tanto scrivere senza che nessuno se ne accorga, per cui ti assolvo volentieri, purtroopo capita piu' spesso che qualcuno invece legga e capisca l'esatto contrario.
__________________

Uccidete pure me, ma l'idea che è in me non l'ucciderete mai

-
"Non consolarmi della morte", a Ulisse replicava il Pelìde.
"Io pria torrei servir bifolco per mercede, a cui scarso e vil cibo difendesse i giorni,
che del Mondo defunto aver l'impero."
-
tutto il klan deve rendere conto solo a Dio, mica agli elettori e alla giustizia [taunus 20:10]
    Rispondi Citando Rispondi
Thursday, 24 May 2007, 09:51
taunus
 Antani...
 Merovingio
 
L'avatar di  taunus
 
 Età: 51
 Messaggi: 12,144

I politici non hanno tempo di leggere.

Hanno cose piu' serie da fare.

Scegliere le tasse migliori da mettere agli italiani e vabbeh meglio se non lo dico, tanto Tangentopoli la conoscono tutti.....
    Rispondi Citando Rispondi
Thursday, 24 May 2007, 09:53
taunus
 Antani...
 Merovingio
 
L'avatar di  taunus
 
 Età: 51
 Messaggi: 12,144

Quote:
Originariamente inviato da Duilio
...purtroopo capita piu' spesso che qualcuno invece legga e capisca l'esatto contrario.

Beh con dei maestri come la BBC o Santoro mica e' difficile....
    Rispondi Citando Rispondi
Thursday, 24 May 2007, 09:56
Duilio
 Khn'nr
 Stuff
 
L'avatar di  Duilio
 
 Località: Tarnax IV
 Età: 50
 Messaggi: 27,661

Per deformare cosi' tanto la percezione di quel che sostengo, uno dovrebbe credere che io posti usando il tuo nick, tu quello di JB e Duilio sia solo un nickfasullo di altri tempi
__________________

Uccidete pure me, ma l'idea che è in me non l'ucciderete mai

-
"Non consolarmi della morte", a Ulisse replicava il Pelìde.
"Io pria torrei servir bifolco per mercede, a cui scarso e vil cibo difendesse i giorni,
che del Mondo defunto aver l'impero."
-
tutto il klan deve rendere conto solo a Dio, mica agli elettori e alla giustizia [taunus 20:10]
    Rispondi Citando Rispondi
Commenti a questo messaggio
  taunus: Interessante
Thursday, 24 May 2007, 12:00
JoeBar
 Old Choosy (ex Ciarlatano)
 Militante
 
L'avatar di  JoeBar
 
 Messaggi: 3,500
Talking

Quote:
Originariamente inviato da Duilio
purtroopo capita piu' spesso che qualcuno invece legga e capisca l'esatto contrario.

Quote:
Originariamente inviato da taunus
Beh con dei maestri come la BBC o Santoro mica e' difficile....

Quando il saggio indica la luna, lo stolto vede il dito

__________________
Un giorno credi di essere giusto e di essere un grande uomo
in un altro ti svegli e devi cominciare da zero.
[E.Bennato]
    Rispondi Citando Rispondi
Thursday, 24 May 2007, 12:10
taunus
 Antani...
 Merovingio
 
L'avatar di  taunus
 
 Età: 51
 Messaggi: 12,144

Quote:
Originariamente inviato da JoeBar
Quando il saggio indica la luna, lo stolto vede il dito


Gliel' ho detto 100 volte: guarda la luna non il mio dito!

Niente da fare, non solo guarda il dito ma ne discute pure....

    Rispondi Citando Rispondi
Thursday, 24 May 2007, 12:15
JoeBar
 Old Choosy (ex Ciarlatano)
 Militante
 
L'avatar di  JoeBar
 
 Messaggi: 3,500
Talking

Eggià, C.V.D.

Un giorno il Signore apparve in sogno a Taunus e gli disse:

“Prima che il gallo canti, tu mi capirai al contrario almeno 3 reply”

E fu la sveglia a riportarlo alla realtà, però la profezia si avverò con costanza

E' te che intendevo e infatti potevo pure scommetterci, avrei vinto!

Non guardare alla BBC e a Santoro, fatti un pò una rilettura dei tuoi reply
__________________
Un giorno credi di essere giusto e di essere un grande uomo
in un altro ti svegli e devi cominciare da zero.
[E.Bennato]
    Rispondi Citando Rispondi
Commenti a questo messaggio
  taunus: Incredibbole!!
Thursday, 24 May 2007, 12:21
lurker1
 Andrea
 Merovingio
 
L'avatar di  lurker1
 
 Località: Medio - Lazio
 Età: 43
 Messaggi: 10,221

visual rebus:




    Rispondi Citando Rispondi
Commenti a questo messaggio
  Duilio: Comprati un dito
Thursday, 24 May 2007, 14:23
Neles
 Davide P.
 Militante
 
L'avatar di  Neles
 
 Località: Genoa
 Età: 40
 Messaggi: 3,356

Mare zappa che nano entrata Bart??
__________________
There is no dark side of the Moon really... matter of fact it's all dark.

Chuck Norris non bestemmia, è Dio che compie una metamorfosi per accontentarlo
    Rispondi Citando Rispondi
Commenti a questo messaggio
  Duilio: nano parolaccia e'
Thursday, 24 May 2007, 19:06
lurker1
 Andrea
 Merovingio
 
L'avatar di  lurker1
 
 Località: Medio - Lazio
 Età: 43
 Messaggi: 10,221

meglio un dito medio nel naso...
    Rispondi Citando Rispondi
Commenti a questo messaggio
  JeanBabalan: naso parolaccia è
  Neles: Grazie, molto utile
Rispondi Invia Nuova Discussione


Utenti attualmente attivi che stanno leggendo questa discussione: 1 (0 utenti e 1 visitatori)
 

Thread già visto da:
C0m4nch3, elba, taunus, SataNik, JeanBabalan, Pocket, Breakbll, ale105, lurker1, paco, Duilio, JoeBar, S71ng, lupic, Foxes, Neles
Strumenti Discussione Cerca in questa Discussione
Cerca in questa Discussione:

Ricerca Avanzata
Modalità Visualizzazione

top Regole di scrittura
Tu non puoi inserire messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB è Attivo
Smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Attivo

Se hai problemi, contattaci


Visite Totali Posts: 40.538.171
Tutti gli Orari sono GMT +1. Attualmente sono le 22:15.

iGroup Black
Powered by vBulletin Versione 3.5.6
Copyright ©2000 - 2014, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: Enzo-Staff-VbulletinItalia.it
 
2000, 2012 © Visiva Group