Username
Password

Attualità

Notizie ed opinioni - Personaggi ed avvenimenti dall'Italia e dall'estero
Rispondi Invia Nuova Discussione 
Friday, 7 December 2007, 11:07
anita
 Fabio
 Militante
 
L'avatar di  anita
 
 Località: GenoA
 Età: 49
 Messaggi: 3,121

[ThyssenKrupp] Morti sul lavoro


Ho aspettato un giorno per sbollire la rabbia, purtroppo non è passata.
Ieri sono morti 2 (vedrete che alla fine saranno 3 ) operai della linea 5 di ricottura e decapaggio della Thyssen Krupp di Torino.
Senza voler sputare sentenze su nessuno (su questo spero che si pronucierà la procura) vorrei ricordare che l'impianto in oggetto era prossimo al disarmo ( max 6 mesi) e che le persone stavano facendo il mezzino ( 12 ore, pari ad un turno e mezzo).
Siamo in Italia, nella 5 -6-7 potenza economica mondiale e c'è gente che per 800 euro al mese deve rischiare le vita tutti i giorni.
Se era un calciatore che finiva contro un palo ora eravamo a fermare tutto il baraccone, se erano 3 militari di carriera eravamo a far cadere il governo.
Se sono 3 operai facciamo un minuto di raccoglimento e passa tutto.

Che cazzo ho votato a fare a sinistra, sveglia, diamogli una scrollatina a questo governo e se vogliono passare la finanziaria, subito una legge sulla sicurezza sul lavoro.
VERGOGNA
__________________
Quando il Genoa praticava il football gli altri si accorgevano di avere i piedi solo quando questi gli dolevano.

G.Brera
    Rispondi Citando Rispondi
Commenti a questo messaggio
  GattaMatta: Sono d'accordo
Friday, 7 December 2007, 11:39
taunus
 Antani...
 Merovingio
 
L'avatar di  taunus
 
 Età: 56
 Messaggi: 12,322

Ho aspettato a scriverlo io, cosi' visto che tu sei un ammiratore dei nostri amici al governo, la tua e' una "denuncia"...

Ma io dico, ma ci sono 40.000 leggi sulla sicurezza nel lavoro, TUTTE DISATTESE E NESSUNO PUNITO!

Ma e' possibile che in un ramo di stabilimento dove c'e' olio a 30000000 gradi non ci sina un cazzo di impianto antincendio SERIO ma tre estintori nemmeno funzionanti???????????????

Allora, se questo fosse un paese SERIO guidato da gente SERIA e non un paese di merda guidato da caproni il proprietario delle ThyssenKrupp e il resposanbile della sicurezza passerebbero 5 anni in gattabuia a pane e acqua.

Invece noi gli facciamo un processino, 6 mesi di condanna con la sospensione della pena.

Alla faccia di quei poveretti che sono schiattati e che lasceranno come al solito moglie e figli e che con questo governo del cazzo si troveranno pure i loro BOT costruiti a 100 euro al mese di risparmi tassati.

Ma io dico, ma e' mai possibile?????????
    Rispondi Citando Rispondi
Commenti a questo messaggio
  Duilio: Certo, certo
Friday, 7 December 2007, 12:47
anita
 Fabio
 Militante
 
L'avatar di  anita
 
 Località: GenoA
 Età: 49
 Messaggi: 3,121

@Taunus: Non fraintendere quello che ho scritto, purtroppo la morte di quei ragazzi vale come le morti quotidiane nei cantieri di tutta italia, io sono particolarmente coinvolto perchè in quel reparto ci ho passato degli anni, ma come detto sopra di incidenti sul lavoro ne accadono troppi e in troppi posti.
Quello che chiedo è una politica sociale volta a liberarci dagli incidenti sul lavoro in tutti i cantieri, specialmente quelli edili e quelli del sud.

PS
Oggi in Cina sono morti 105 operai di una miniera di carbone, perchè l'europa non mette al bando tutti prodotti non conformi alle politiche di sicurezza vigenti nel paese importato??.
__________________
Quando il Genoa praticava il football gli altri si accorgevano di avere i piedi solo quando questi gli dolevano.

G.Brera
    Rispondi Citando Rispondi
Friday, 7 December 2007, 18:39
TrentaCarrini
 Marcello
 Utente Sostenitore
 
L'avatar di  TrentaCarrini
 
 Località: Tornola
 Età: 63
 Messaggi: 689

secondo me non è una questione di fare una legge sulla sicurezza sul lavoro , le leggi ci sono ... forse pure troppe ... la realtà invece è che in determinati posti di lavoro si accettano condizioni ignobili di sicurezza perchè il lavoratore non ha alternative , si rischia il posto se si protesta .
Purtroppo il liberismo sfrenato , gli eventi italiani degli ultimi 15 anni e tutta la normativa sul lavoro approvata ha portato a quello che vediamo , calo della sicurezza , instabilita del posto di lavoro , un precariato che dura anni .... ed è qui che la sinistra dovrebbe fare le scelte estreme che i suoi elettori reclamano , quella della sicurezza sui posti di lavoro DEVE eseere una priorità assoluta .
    Rispondi Citando Rispondi
Friday, 7 December 2007, 19:12
palin
 Giuseppe
 Militante
 
L'avatar di  palin
 
 Località: Albano Laziale
 Età: 43
 Messaggi: 4,231

Quote:
Originariamente inviato da TrentaCarrini
secondo me non è una questione di fare una legge sulla sicurezza sul lavoro , le leggi ci sono ... [...] quella della sicurezza sui posti di lavoro DEVE eseere una priorità assoluta .

Ehm... mi sono perso qualcosa o ti sei incartato?

Diciamo che continuo a pensare che oggi c'è troppa remunerazione di capitale e troppo poca remunerazione del lavoro. Inoltre ci sono soldi (che dovrebbero rappresentare risorse) buttati, rubati, sottratti, sprecati,... questi sono i problemi che portano al precariato e quindi a un mercato del lavoro sfavorevole.

La favoletta del "siamo in troppi" la raccontino a un altro.
__________________

Palin -- <palin AT email DOT it>

Democracy doesn't mean “my ignorance is just as good as your knowledge.” - Isaac Asimov
draco dormiens nunquam titillandus
    Rispondi Citando Rispondi
Commenti a questo messaggio
  JeanBabalan: Sono d'accordo
Friday, 7 December 2007, 19:33
TrentaCarrini
 Marcello
 Utente Sostenitore
 
L'avatar di  TrentaCarrini
 
 Località: Tornola
 Età: 63
 Messaggi: 689

che la sicurezza sul posto di lavoro diventi una priorità ,significa far rispettare le leggi dello stato in toto .
che gli i estintori fossero vuoti , gli idranti non funzionanti e i telefoni di emergenza fuoriuso non sono previsti eppure la realtà è questa , quindi c'è stato sicuramente un'omissione di controllo , purtroppo credo che questa non sia una realtà circoscritta alla Thyissen ma sia molto estesa , in molte fabbriche o cantieri si accettano misure minime o inestenti di sicurezza pur di salvaguardare il posto di lavoro ..... a rischio della propria vita .
    Rispondi Citando Rispondi
Friday, 7 December 2007, 20:15
Beppe
 Obersturmbannführer
 Utente Sostenitore
 
L'avatar di  Beppe
 
 Località: Красноя́рск
 Messaggi: 777

#450

Quote:
Originariamente inviato da TrentaCarrini
che la sicurezza sul posto di lavoro diventi una priorità ,significa far rispettare le leggi dello stato in toto ................. in molte fabbriche o cantieri si accettano misure minime o inestenti di sicurezza pur di salvaguardare il posto di lavoro ..... a rischio della propria vita .

La chiamano se vuoi "flessibilità" , ovvero sapersi adattare alle esigenze richieste da un moderno "mercato" del lavoro.
Lo chiamano "mercato" non a caso perche come al mercato le massaie scelgono i frutti migliori al costo minore cosi vorrebbero fosse anche quì e lo fanno in Europa la terra di mille battaglie per dare dignita a chi lavora , lo fanno perche bestie da soma e servi della gleba sono la forza delle industrie.

Dicono che in "fabbrica" ora ci stanno solo i fannulloni , quelli che preferiscono il posto fisso , quelli che non vogliono rischiare di proprio , quelli che ormai sono il passato.

Dicono che non si puo fare "impresa" in un Paese impastoiato da mille leggi e leggine , che non si puo vincere un appalto edilizio perche le "spese" per la sicurezza ti mettono fuori "mercato"

Dicono che non si puo fare "impresa" in un Paese dove le paghe dei lavoratori sono le piu basse di Europa , perchè non si puo licenziare uno se sta male , se è incinta o se ha piu di 40 anni o magari perchè con il suo stipendio si potrebbero pagare due precari esternalizzati che se si ammazzano sul posto di lavoro non sono cazzi dell' azienda che esternalizza.

Dicono che dare "valore aggiunto" ovvero trasformare una materia prima in una materia di "consumo" siano cose per società ottocentesche o estremo-orientali , cosi che non avendo piu "valore aggiunto " nelle nostre industrie/cantieri non si ha manco piu il "valore" quello semplice che è il valore della vita , della possibilità di costruirsi un futuro e di non dover competere per una tazza di riso o pochi euri come cani affamati intorno ad una misera ciotola vuota rigorosamente made in China.

Mi spiace per ste persone morte , mi spiace per le loro famiglie e mi spiace sopratutto per quelli che non sanno piu dispiacersi perche non hanno tempo e la vita di tutti i giorni è stressante , e che ci sono i rumeni e l'aviaria , mi spiace per questa poltiglia umana che siamo noi tutti .

Ciao
__________________
And I find it kinda funny I find it kinda sad ,The dreams in which I’m dying Are the best I’ve ever had
    Rispondi Citando Rispondi
Commenti a questo messaggio
  SkyDiver: Sono d'accordo
Sunday, 9 December 2007, 10:06
JeanBabalan
 Rico
 Staff
 
L'avatar di  JeanBabalan
 
 Località: NY Zoo
 Età: 47
 Messaggi: 7,070

Questa una prima risposta

Giro di vite sulla sicurezza
carcere per chi viola le norme


di ROBERTO MANIA



ROMA - Arriva l'arresto per l'imprenditore che violerà in maniera grave le norme sulla sicurezza sul lavoro. Lo prevede la legge delega che il governo punta a far entrare in vigore nei primi mesi del prossimo anno. Nessuna legislazione di emergenza, sotto la spinta della tragedia torinese, ma una accelerazione dei tempi per l'operatività della nuova disciplina varata ad agosto. "Vedremo se sarà necessario spingere o anticipare l'approvazione di alcuni aspetti del ddl Damiano", ha annunciato il premier Romano Prodi da Lisbona. Ma a gennaio arriveranno anche 300 nuovi ispettori del Lavoro che si affiancheranno agli oltre mille assunti nell'ultimo anno. Tutti destinati a uscire dagli uffici e a setacciare il territorio, insieme ai carabinieri e agli ispettori delle Asl.

È questa la linea del governo. Indicata da Prodi e confermata dal titolare del Lavoro, Cesare Damiano. "In Italia - dice il ministro - ci sono ottime leggi per la tutela e la sicurezza del lavoro: dalla 626 al testo unico approvato la scorsa estate. Ma non basta l'azione repressiva. Contemporaneamente bisogna sviluppare un'attività di prevenzione che passa anche attraverso una nuova cultura del lavoro da parte delle imprese. La sicurezza deve essere concepita come un elemento della qualità. Ma, dall'altra parte, serve che i sindacati facciano delle condizioni di lavoro uno degli assi portanti della loro strategia contrattuale, proprio come accadde negli anni '70".

Al dicastero del Lavoro stanno proprio definendo, in coordinamento con gli altri ministeri competenti, le fattispecie per le quali sarà previsto un inasprimento delle pene: dalle sanzioni amministrative (fino a 100 mila euro) a quelle penali (fino a tre anni di carcere). Ma è difficile pensare, per esempio - spiegavano al ministero - che non rientrerà nell'applicazione della sanzione penale chi non avrà adeguatamente attrezzato la propria azienda di estintori funzionanti.
Poi ci vuole la prevenzione. Le piccole e medie imprese che investiranno in sicurezza e salute saranno premiate con sgravi sostenuti dall'Inail, per esempio con la soppressione dei trasferimenti passivi ai enti disciolti come l'Enaoli e l'Enpi. Una pacchetto di semplificazioni burocratiche faciliterà i passaggi amministrativi per adeguarsi alla nuova normativa.
È stata rivista sull'assegnazione degli appalti pubblici: le spese destinate alla sicurezza nei posti di lavoro non saranno considerate. E per l'accesso alle agevolazioni e ai contributi a carico della finanza pubblica entra in gioco anche il fattore sicurezza perché saranno "premiate" le aziende più virtuose.

Tutte le norme saranno applicate a tutela di qualsiasi lavoratore, indipendentemente dal contratto di lavoro che ha firmato. Si ferma, in sostanza, l'esclusione a danno del mondo del lavoro atipico. I lavoratori precari o flessibili saranno trattati come quelli che hanno un contratto standard a tempo pieno e indeterminato.
La salute e la sicurezza si studieranno anche sui banchi di scuola: entreranno a far parte dei programmi scolastici e universitari con l'obiettivo di informare e sensibilizzare anche le più giovani generazioni.
L'idea del governo è quella di realizzare il massimo coordinamento tra i soggetti che si occupano di salute e prevenzione (dai ministeri di Salute e Lavoro, e enti come l'Inail e l'Ispel) mettendoli tra loro in collegamento informatico.
Importante anche il ruolo del sindacato. Il rappresentate per la sicurezza arriverà anche nelle piccole imprese con l'elezione a livello di sito produttivo.

Infine l'attività ispettiva. Una partita difficile da giocare per la composizione della struttura produttiva italiana fatta di piccole, piccolissime imprese. Così di fronte a circa 4 milioni di aziende, spesso con uno o due dipendenti, l'"esercito" degli ispettori sfiora le seimila unità, considerando tutti i soggetti non solo quelli che dipendono dal ministero del Lavoro. Già quest'anno si è tentato di intensificare i controlli, spostando sul campo la maggior parte degli ispettori. Al Lavoro - per esempio - si è passati da un 40 per cento impegnati sul territorio a circa il 70 per cento. I controlli, rispetto al 2006, sono cresciuti del 35 per cento circa. E in poco più di un anno sono stati emessi oltre 2.800 provvedimenti di chiusura di imprese che occupavano almeno il 20 per cento della manodopera in nero. Circa 190 mila i lavoratori emersi, dei quali più della metà extracomunitari e giovani, con il recupero di oltre 60 milioni di contributi previdenziali. Ma non basta: nei primi nove mesi - dati Inail - erano già 774 i morti sul lavoro. Cifre provvisorie, però.
__________________
nihil humanum a me alienum puto
    Rispondi Citando Rispondi
Sunday, 9 December 2007, 12:29
taunus
 Antani...
 Merovingio
 
L'avatar di  taunus
 
 Età: 56
 Messaggi: 12,322

Quote:
Originariamente inviato da JeanBabalan
... Lo prevede la legge delega che il governo punta a far entrare in vigore nei primi mesi del prossimo anno. Nessuna legislazione di emergenza, sotto la spinta della tragedia torinese, ma una accelerazione dei tempi per l'operatività della nuova disciplina varata ad agosto. "Vedremo se sarà necessario spingere o anticipare l'approvazione di alcuni aspetti del ddl Damiano", ha annunciato il premier Romano Prodi da Lisbona.

Avranno avuto moltissime altre cose urgentissime e importantissime da fare per metterci oltre sei mesi (e ancora non e' finita) ad approvare una legge delega di questa importanza...

Una a caso....

Quote:
ROMA - Consiglio dei ministri del 12 ottobre: il governo approva e manda all'esame del Parlamento il testo che vuole cambiare le regole del gioco del mondo editoriale, per i giornali e anche per Internet. E' un disegno di legge complesso, 20 pagine, 35 articoli, che adesso comincia a seminare il panico in Rete. Chi ha un piccolo sito, perfino chi ha un blog personale vede all'orizzonte obblighi di registrazione, burocrazia, spese impreviste. Soprattutto teme sanzioni penali più forti in caso di diffamazione.

Certo certo....
    Rispondi Citando Rispondi
Sunday, 9 December 2007, 12:49
Duilio
 Khn'nr
 Stuff
 
L'avatar di  Duilio
 
 Località: Tarnax IV
 Età: 55
 Messaggi: 27,900

Guarda, un esempio ancora piu'certo:

Quote:
Originariamente inviato da legambiente Emilia
Ma il top lo raggiunge certamente Bob Lasagna, rappresentante di Forza Italia ed ex sottosegretario all'ambiente del governo Berlusconi. Dice con forza e con grande lucidità: "Abbiamo indebolito la legge Merli, abbiamo aumentato il rischio di inquinamenti, abbiamo in sostanza leso il controllo sull'inquinamento idrico nel nostro paese" e, quindi, Forza Italia e Lasagna.... votano a favore.

preferisco gente che ci mette 6 mesi a dare un giro di vite e scatta sull'attenti quando succede qualcosa che 5 anni di "ci interessa? no? beh ignoralo, forse se ne va".

Difatti s'e'faticato parecchio ma se ne sono andati. Per 5 anni almeno, nonostante quello che speri ogni mattina.
__________________

Uccidete pure me, ma l'idea che è in me non l'ucciderete mai

-
"Non consolarmi della morte", a Ulisse replicava il Pelìde.
"Io pria torrei servir bifolco per mercede, a cui scarso e vil cibo difendesse i giorni,
che del Mondo defunto aver l'impero."
-
tutto il klan deve rendere conto solo a Dio, mica agli elettori e alla giustizia [taunus 20:10]
    Rispondi Citando Rispondi
Commenti a questo messaggio
  JeanBabalan: Sono d'accordo
Sunday, 9 December 2007, 14:38
JeanBabalan
 Rico
 Staff
 
L'avatar di  JeanBabalan
 
 Località: NY Zoo
 Età: 47
 Messaggi: 7,070

Quote:
Originariamente inviato da taunus
Avranno avuto moltissime altre cose urgentissime e importantissime da fare per metterci oltre sei mesi (e ancora non e' finita) ad approvare una legge delega di questa importanza...

non è un problema del governo, è un problema del parlamento

se vuoi fare analisi seria, approfondita ed utile, puoi ad esempio cercare di capire il perchè di questa lungaggine, chi la vuole, chi non la vuole, chi vota a favore e chi vota contro

il resto è merda nel ventilatore, come sempre

provi a sforzarti e cercare di spiegarci il perchè di questo iter?
__________________
nihil humanum a me alienum puto
    Rispondi Citando Rispondi
Commenti a questo messaggio
  ztonino: se si sforza troppo?
Sunday, 9 December 2007, 17:49
taunus
 Antani...
 Merovingio
 
L'avatar di  taunus
 
 Età: 56
 Messaggi: 12,322

Ah ok, allora dei morti sul lavoro non ci interessa piu' e passiamo all' inquinamento idrico...

Poi passiamo alla marmellata di pere....

Ma cosa c'entra qui l' inquinamento idirico??????

Qui si tratta di una legge sulla sicurezza nel lavoro che un governo di sinistra ha il DOVERE di far approvare in 10 giorni, su cui mettere la fiducia e buonanotte!

Qui invece siamo a 6 mesi e la previsone forseeee che venga approvata nei primi mesi del 2008...

Ma io dico, ma se una legge cosi' che dovrebbe essere uno dei capisaldi di un governo di sinistra ha questi tempi stiamo freschi...

Adesso tirerete fuori che Berlusoni ha fatto approvare la legge sulla marmellata di pere lesse per dirmi che lui e' peggio...

Intanto questi operai sono morti con il metodo del "lui e' peggio" e per loro e i loro familiari non c'e' piu' o meno peggio, c'e' un morto su cui piangere...

Contenti voi....
    Rispondi Citando Rispondi
Sunday, 9 December 2007, 19:03
TrentaCarrini
 Marcello
 Utente Sostenitore
 
L'avatar di  TrentaCarrini
 
 Località: Tornola
 Età: 63
 Messaggi: 689

non c'è bisogno di leggi nuove , le leggi ci sono e bastano e avanzano quelle in vigore , solo che si devono applicare .

Purtroppo 5 anni di Berlusconi hanno convinto tanti italiani che le leggi si possono e in alcuni casi è un dovere eludere , per una questione di giustizia personalizzabile .
Inutile che citi il quando e il dove , la collezione Berlusconiana è sterminata in materia , e quando le leggi non piacciono si ordina al parlamento di cambiarle .
    Rispondi Citando Rispondi
Sunday, 9 December 2007, 22:01
Duilio
 Khn'nr
 Stuff
 
L'avatar di  Duilio
 
 Località: Tarnax IV
 Età: 55
 Messaggi: 27,900

Cosa ti devo rispondere? che se un governo che non fa una legge nuova sulla sicurezza, ammesso che ce ne fosse bisogno, e' un governo di merda allora uno che non la fa in 5 anni con 100 seggi di maggioranza e' una fogna a cielo aperto?

Non avevo bisogno di 4 morti per capirlo, lo sapevo anche prima, infatti ho votato per mandarlo a casa.
__________________

Uccidete pure me, ma l'idea che è in me non l'ucciderete mai

-
"Non consolarmi della morte", a Ulisse replicava il Pelìde.
"Io pria torrei servir bifolco per mercede, a cui scarso e vil cibo difendesse i giorni,
che del Mondo defunto aver l'impero."
-
tutto il klan deve rendere conto solo a Dio, mica agli elettori e alla giustizia [taunus 20:10]
    Rispondi Citando Rispondi
Monday, 10 December 2007, 06:10
taunus
 Antani...
 Merovingio
 
L'avatar di  taunus
 
 Età: 56
 Messaggi: 12,322

Quote:
Originariamente inviato da Duilio
Cosa ti devo rispondere? che se un governo che non fa una legge nuova sulla sicurezza, ammesso che ce ne fosse bisogno, e' un governo di merda allora uno che non la fa in 5 anni con 100 seggi di maggioranza e' una fogna a cielo aperto?

Non avevo bisogno di 4 morti per capirlo, lo sapevo anche prima, infatti ho votato per mandarlo a casa.

Ahh ecco, scusa, in effetti hai ragione....

Mi fa piacere che stai incominciando a ragionare bene

A qualcosa allora quello che scrivo serve!

Certo che, come ovvio, destra e sinistra sono IDENTICI, allora tu giustamente mi dici: quello ci ha messo 5 anni lo mando a casa, questi avranno ben il diritto di fare con calma no?

Certo certo...

Io avevo una volta provato a mettermi nei panni di chi crede che destra e sinistra fossero due entita' ben distinte..

Allora un governo di sinistra, se fosse diverso da uno di destra, avrebbe 4-5 leggi importantissime da fare nel primo anno di vita, le altre pure importanti possono venire dopo.

1) conflitto di interessi

2) cancellare la Biagi

3) leggi sulla sicurezza del lavoro e inasprimento pene e controlli

4) far pagare le tasse ai ceti piu' abbienti (professionisti etc etc) stile minimum tax

5) leggi sulla solidarieta' nazionale e internazionale.

Fatte queste 5 (magari ne dimentico una o due ma se non son 5 saranno 6-7) le altre anche se arrivano un anno o due dopo pazienza....

Invece hanno perso tempo con leggi di pochissimo impatto ma di grande conflitto etico, o con leggi (stile il cognome della madre) che sono CAZZATE ASSOLUTE ma che implicano litigi che per cose del genere non vale la pena sostenere!

O meglio, vale la pena si,ma in un secondo momento. Prima l' essenziale poi le frocerie....

Pero' io giustamente ho cercato di ragionare come voi, ma era un pour parler...
    Rispondi Citando Rispondi
Commenti a questo messaggio
  SkyDiver: Sono d'accordo
Rispondi Invia Nuova Discussione


Utenti attualmente attivi che stanno leggendo questa discussione: 1 (0 utenti e 1 visitatori)
 

Thread già visto da:
SkyDiver, elba, taunus, Pocket, SilBerg, Carambola, ztonino, robbytedesco, lurker1, TrentaCarrini, RomeoKnight, foul64, revenge, Morpheus, Duilio, Carson, JoeBar, palin, Beppe, Scarpetta, lupic, gattonero, Overhauser, Ssnake, anita, BRAVO 2, samdolgoff, SatRider, Foxes, UtenteMedio, Neles, Attilio, GattaMatta
Strumenti Discussione Cerca in questa Discussione
Cerca in questa Discussione:

Ricerca Avanzata
Modalità Visualizzazione

top Regole di scrittura
Tu non puoi inserire messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB è Attivo
Smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Attivo

Se hai problemi, contattaci


Visite Totali Posts: 75.210.367
Tutti gli Orari sono GMT +1. Attualmente sono le 02:55.

iGroup Black
Powered by vBulletin Versione 3.5.6
Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: Enzo-Staff-VbulletinItalia.it
 
2000, 2012 © Visiva Group