Username
Password

White Noise Generator

Generatore di Rumore Bianco ( TRT - Tinnitus Retraining Therapy )
Wednesday, 2 January 2008, 21:44
biodomus
 
 Messaggi: n/a

meniere - Ipppocastano e Ginko


ciao a tutti,
sono nuovo del forum ma purtroppo non nuovo di Meniere. Innanzi tutto un grazie profondo a tutti voi, non so se vi rendete conto realmente della portata che hanno le vostre parole dette sul forum su tutti quelli che soffrono, valgono molto di più di mille dottori spennasoldi. Come ben sappiamo senza questo nostro scambio sarebbe molto difficile affrontare la malattia sperando solo nei medici.
Sono anni che studio approfonditamente la cosa e mi interesso di erboristeria e cure naturali. Salto i preamboli e la mia storia che è peraltro purtroppo simile a molti di voi.
Una cosa non mi è chiara di quanto ho letto: la malattia di Meniere sembra derivare da problemi di vasodilatazione per contrastare la quale la medicina ufficiale usa farmaci vasodilatatori (microser, cinnazina ecc.) come del resto anche la medicina naturale con l'ottimo GINKO Biloba ottimo vasodilatatore periferico, come si spiega ciò?. L'ippocastano ed il rusco sono invece dei classici vasocostrittori che secondo un po' tutti i conoscitori di meniere sarebbero da evitare come da evitare sono la caffeina e simili perché appunto vasocostrittrici. Ho visto che alcuni li consigliano addirittura insieme, GINGO E RUSCO, che confusione!!!!!.... in sostanza non mi sembra ci sia proprio certezza sulla cosa. In pratica mi capita di non sapere cosa fare, prendo il Ginko per vasodilatare oppure l'ippocastano e rusco per vasocostringere? Capite bene che la cosa non è da poco conto perchè se è vero per la meniere occorre vasodilatare il microcircolo con i vasocostrittori si andrebbe incontro a crisi certa, oppure è vero il contrario? anche consultando erboristi c'è un gran confusione su questi due effetti. Possibile che non ci sia nessuno che sà con certezza se bisogna usare vasodilatatori o vasocostrittori? Perchè qualcune consiglia di prenderli entrambi insieme? c'è forse qualche realtà che mi sfugge e potrebbe essere anche probabilmente tipo: sia il ginko che il rusco e l'ippocastano sono comunque dei vasotonici vasoattivi e vasoregolatori, l'ippocastano ed il rusco hanno potere vasocostrittore sulle vene e non sulle arterie, forse è così ma sarei felice se qualcuno potesse aiutarci a fare chiarezza.
GRAZIE a tutti Renzo

PS:
non so voi ma sono arrabbiatissimo con la classe medica perché non riesco ad avere una diagnosi scritta della malattia e ciò mi sta provocando seri problemi e danni nell’ambiente di lavoro dove vengo spacciato per malato immaginario… piuttosto che scrivere ed ammettere che non ci hanno ancora capito niente continuano a riprescrivere gli stessi esami all’infinito e questo non è professionalmente serio e dubito anche poco legittimo nei nostri confronti che abbiamo diritto alla diagnosi che può anche essere di presa d’atto della situazione sanitaria di fatto e dell’invalidità relativa (che invece sono certe ed evidenti a tutti) anche se sconosciute le cause alla medicina.
    Rispondi Citando Rispondi
Commenti a questo messaggio
  SkyDiver: Sono d'accordo
Thursday, 3 January 2008, 00:51
geniusweb
 
 Messaggi: n/a

Quote:
Originariamente inviato da biodomus
ciao a tutti,
sono nuovo del forum ma purtroppo non nuovo di Meniere. Innanzi tutto un grazie profondo a tutti voi, non so se vi rendete conto realmente della portata che hanno le vostre parole dette sul forum su tutti quelli che soffrono, valgono molto di più di mille dottori spennasoldi. Come ben sappiamo senza questo nostro scambio sarebbe molto difficile affrontare la malattia sperando solo nei medici.
Sono anni che studio approfonditamente la cosa e mi interesso di erboristeria e cure naturali. Salto i preamboli e la mia storia che è peraltro purtroppo simile a molti di voi.
Una cosa non mi è chiara di quanto ho letto: la malattia di Meniere sembra derivare da problemi di vasodilatazione per contrastare la quale la medicina ufficiale usa farmaci vasodilatatori (microser, cinnazina ecc.) come del resto anche la medicina naturale con l'ottimo GINKO Biloba ottimo vasodilatatore periferico, come si spiega ciò?. L'ippocastano ed il rusco sono invece dei classici vasocostrittori che secondo un po' tutti i conoscitori di meniere sarebbero da evitare come da evitare sono la caffeina e simili perché appunto vasocostrittrici. Ho visto che alcuni li consigliano addirittura insieme, GINGO E RUSCO, che confusione!!!!!.... in sostanza non mi sembra ci sia proprio certezza sulla cosa. In pratica mi capita di non sapere cosa fare, prendo il Ginko per vasodilatare oppure l'ippocastano e rusco per vasocostringere? Capite bene che la cosa non è da poco conto perchè se è vero per la meniere occorre vasodilatare il microcircolo con i vasocostrittori si andrebbe incontro a crisi certa, oppure è vero il contrario? anche consultando erboristi c'è un gran confusione su questi due effetti. Possibile che non ci sia nessuno che sà con certezza se bisogna usare vasodilatatori o vasocostrittori? Perchè qualcune consiglia di prenderli entrambi insieme? c'è forse qualche realtà che mi sfugge e potrebbe essere anche probabilmente tipo: sia il ginko che il rusco e l'ippocastano sono comunque dei vasotonici vasoattivi e vasoregolatori, l'ippocastano ed il rusco hanno potere vasocostrittore sulle vene e non sulle arterie, forse è così ma sarei felice se qualcuno potesse aiutarci a fare chiarezza.
GRAZIE a tutti Renzo

PS:
non so voi ma sono arrabbiatissimo con la classe medica perché non riesco ad avere una diagnosi scritta della malattia e ciò mi sta provocando seri problemi e danni nell’ambiente di lavoro dove vengo spacciato per malato immaginario… piuttosto che scrivere ed ammettere che non ci hanno ancora capito niente continuano a riprescrivere gli stessi esami all’infinito e questo non è professionalmente serio e dubito anche poco legittimo nei nostri confronti che abbiamo diritto alla diagnosi che può anche essere di presa d’atto della situazione sanitaria di fatto e dell’invalidità relativa (che invece sono certe ed evidenti a tutti) anche se sconosciute le cause alla medicina.


Benvenuto biodomus,
effettivamente da tempo e per piccoli passi si sta tra tutti cercando di capirci qualcosa di questo tormentone e questo e' un grande conforto.
Occorre insistere tenacemente.
Anche io ho creduto che la strada naturale possa essere per un problema cronico e persistente la meno invasiva e il tentativo fatto e' proprio su questi rimedi .
Come gia' detto giustamente molte volte da Skydiver occorre sperimentare sul lungo periodo e con molta coerenza per capirci qualcosa.
Un limite da me osservato nelle auto-sperimentazioni e' quello di cui giustamente ha piu' volte parlato Max nel forum e cioe' dosaggi e titolazione dei prodotti.
Qui si puo' andare dall'acqua fresca a errori potenzialmente dannosi e ci vuole molto occhio.
Da quando mi segue un medico che si intende di omotossicologia e rimedi naturali io in particolare sono piu' tranquillo perlomeno per la fiducia che mi ispira il dott.
Mi sento un po' una cavia xche' con questo problema e' tosta ma per ora confermo per un miglioramento (terapie degli ultimi 5 mesi su iposodica/iperidrica di piu di 19 mesi )
Nel dettaglio aspetto a comunicare x serieta', vorrei rifarci tra poco qualche esame e vedere un raffronto oggettivo,comunque non manchero' di farlo.
Per quanto riguarda il ginko in auto sperimentazione io l'ho preso per 3/4 mesi 20gg tintura madre per tre volte al giorno ma oltre a non avere riscontri mi sembrava anche che sparasse di piu' l'acufene.
Credo sia soggettivo forse ma se e' vero come si dice che agisce sia su venoso che arterioso forse quest'ultima cosa non e' un vantaggio.
Diverso e' per l'escina (ippocastano)xche' l'azione e' giustamente come dici vasotonica e piu' sul ritorno venoso.
Io l'ho presa nello stesso dosaggio per 4 mesi verso la primavera 2007 e da li ho iniziato ad avere dei timidi miglioramenti ma ho il sospetto che i dosaggi fossero troppo bassi.
Per cio' che dici sull'approccio medico al problema purtroppo e' vero credo xche' x uno che non e' dentro al problema sia difficile capire come ci si sta ed e' molto piu' facile fare ciccia.
Non perdiamoci di vista e di coraggio..
a risentirci
    Rispondi Citando Rispondi
Thursday, 3 January 2008, 12:10
biodomus
 
 Messaggi: n/a

Grazie geniusweb, fa bene non sentirsi soli.
faccio un premessa così capite meglio il mio approccio sul naturale:
Ho convissuto per anni con un noto erborista per cui ho condiviso tutte le problematiche relative alla stessa oltre che a carpire i segreti non detti alla massa;
Ho lavorato con omeopati, medci del naturale, fisioterapisti ed in genere con tutti i professionisti della mia zona che operavano sul naturale, in sostanza gli preparavo e testavo le attrezzature bio-mediche. Conosco molto bene il loro modo di curare, ragionare e comportarsi anche se è sbagliato generalizzare.
Sono un accanito e convinto sostenitore del naturale e biologico ma non mi sento uno sprovveduto e vi garantisco che anche in questo settore le trappole per la gente sono infinite.
Un appunto al riguardo a quello che dici sulle terapie naturali, le tinture madri fanno parte di un concetto olistico della fitoterapia, per sapere veramente se una prodotto fitoterapico funziona veramente devi avere un vero estratto, secco od in gocce che abbia una titolatura certa e verificata altrimenti come fai a sapere quale dose ti occorre? come giustamente ha detto max. Sulla titolatura, cioè sul vero contenuto di principio attivo, ci giocano un pò tutte le case produttrici, prime fra tutte quelle omeopatiche dove con il fatto che l'omeopatia preferisce diluire al massimo il principio attivo (che poi è quello che costa) vi lascio immaginare il gioco economico che ne deriva, le tinture madri seguono un pò tale concetto, sono molto diluite ed il principio attivo e minimale, e poi nessuno di questi riporta la titolatura, comodo vero?.
Non stò denigrando le tinture madri che sono ottimi prodotti e funzionano molto bene per determinate patologie, ma occore essere chiari con i consumatori.
    Rispondi Citando Rispondi
Thursday, 10 January 2008, 21:44
Max1
 
 Messaggi: n/a

Quote:
Originariamente inviato da biodomus
L'ippocastano ed il rusco sono invece dei classici vasocostrittori che secondo un po' tutti i conoscitori di meniere sarebbero da evitare come da evitare sono la caffeina e simili perché appunto vasocostrittrici. Ho visto che alcuni li consigliano addirittura insieme, GINGO E RUSCO, che confusione!!!!!.... in sostanza non mi sembra ci sia proprio certezza sulla cosa. In pratica mi capita di non sapere cosa fare, prendo il Ginko per vasodilatare oppure l'ippocastano e rusco per vasocostringere?



Occorre capire alcuni concetti per non incorrere in errori o mal interpretazioni.
Personalmente non ho nessuna conoscenza di medicina, ma dalle mie modeste ricerche ho potuto estrapolare queste nozioni:

quando si parla di vasocostrittori si intendono vasocostrittori "venosi" e non arteriosi, quindi nessun effetto negativo sul flusso sanguigno, anzi si direbbe benefico considerando che la vasodilatazione venosa è sempre causa o concausa di seri problemi, quali edemi, gonfiori e ristagni linfatici.
A tal proposito si ricorda che l'Ippocastano contiene cumarine quali sostanze ad effetto antiaggregante piastrinico (diminuizione della densità ematica) con conseguente miglioramento del circolo, per cui da un lato migliora il tono venoso dall'altro fluidifica il circolo sanguigno.
Fondamentalmente l'Ippocastano è un Antiedematoso/drenanante linfatico, per cui la vasocostrizione è solo una minima parte del complesso meccanismo d'azione farmacodinamico.

NB)
Il Ginkgo in realtà non è proprio un vasodilatatore ma un vasoattivatore con alcune caratteristiche, sotto alcuni aspetti, simili all'Ippocastano. Ripeto alcune caratteristiche, come per esempio l'effetto di antiaggregazione piastrinica.
Non sembra tuttavia agire come antiadematoso o drenante, diversamente invece sembra essere molto attiva per la circolazioe cerebrale soprattutto sul microcircolo (arterie e capillari).
    Rispondi Citando Rispondi
Friday, 11 January 2008, 09:09
schumy77sr
 
 Messaggi: n/a

Ciao qualcuno può gentilmente spigarmi cosa sia un miniere ho cosa voglia significare questa parola. grazie
    Rispondi Citando Rispondi
Friday, 11 January 2008, 09:18
lurker1
 Andrea
 Merovingio
 
L'avatar di  lurker1
 
 Località: Medio - Lazio
 Età: 49
 Messaggi: 10,245

Sindrome di Ménière. Per conoscere qualcosa in più di questa patologia dell'orecchio che causa tanti problemi a chi ne soffre puoi leggere wikipedia oppure le altre discussioni di questa sezione.
    Rispondi Citando Rispondi
Saturday, 12 January 2008, 16:43
biodomus
 
 Messaggi: n/a

Grazie MAX1 per la tua preziosa risposta. Dici di non itenderti di medicina ma mi sembra invece che sai spiegare e consigliare molto meglio di di tutti gli otorini che tutti noi abbiamo passato messi tutti insieme.
Mi sento rassicurato ed ho le idee più chiare. Avevo posto il quesito anche perchè avevo trovato un prodotto italiano (centofiori) di ippocastano ma con pochissima escina, poi ho acquistato all'estero un prodotto con un contenuto di escina di tutto rispetto e ad un buon prezzo rispetto alla titolatura offerta, euro 17 (60 opercoli da 250 mg con titolatura standardizzata al 20% di escina).
Per i prodotti erboristici e naturali io mi servo da anni sempre all'estero perchè i prodotti hanno una titolatura ottima ed un prezzo giusto,..da noi fregano un pò tutti, occhio....acquisto preferibilmente dall'inghilterra perchè loro non avendo l'euro (beati loro) hanno ancora i prezzi di una volta, cioè dimezzati rispetto ai nostri, inoltre il trasporto è efficentissimo e costa meno della metà che da noi, ma è pur sempre nell'unione europea quindi non vi sono problemi alla dogana per la famigerata.....sanità aerea....(scandalo vergognoso tutto italiano) nella quale invece disgraziatamente si incappa ordinando i prodotti negli stati uniti dove costano ancora molto, molto meno (non hanno l'euro ed in più ora il dollaro è debole).
    Rispondi Citando Rispondi
Rispondi Invia Nuova Discussione


Utenti attualmente attivi che stanno leggendo questa discussione: 1 (0 utenti e 1 visitatori)
 

Thread già visto da:
Moskitos384, lurker1, Duilio, Carson, JoeBar, lupic, Lutero, Ssnake, kaos, Foxes, Neles, uniplus, Attilio, Big Eagle
Strumenti Discussione Cerca in questa Discussione
Cerca in questa Discussione:

Ricerca Avanzata
Modalità Visualizzazione

top Regole di scrittura
Tu non puoi inserire messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB è Attivo
Smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato

Se hai problemi, contattaci


Visite Totali Posts: 78.601.590
Tutti gli Orari sono GMT +1. Attualmente sono le 10:20.

iGroup Black
Powered by vBulletin Versione 3.5.6
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: Enzo-Staff-VbulletinItalia.it
 
2000, 2012 © Visiva Group